Average Juventino Guy

Bentancur: la Juve ha trovato il nuovo regista?

Il ruolo del regista è un ruolo cruciale in una squadra. È quel giocatore che indirizza l’andamento di tutti gli altri dieci giocatori: è lui che decide se alzare o abbassare il ritmo, è lui che imposta l’azione. Quest’anno Sarri, durante la conferenza di presentazione, aveva affidato le chiavi del centrocampo a Pjanic, dicendo che avrebbe toccato 150 palloni a partita.

PJANIC

Nonostante l’importante investitura datagli dal tecnico, Miralem non è riuscito a diventare il fulcro della squadra, deludendo un po’ tutti, soprattutto dopo l’ottimo inizio di stagione che aveva fatto ben sperare i tifosi. Sarri nelle sue passate esperienza è sempre riuscito a tirare fuori il meglio dai suoi registi (vedi Valdifiori e Jorginho), e ci si aspettava lo stesso con una giocatore dal talento di Pjanic. E invece il bosniaco è stato uno dei problemi principali di questo centrocampo, grande colpevole delle brutte prestazioni bianconere.

LA SOLUZIONE

In una delle partite più importanti della stagione, Juventus-Inter, Sarri ha scelto Bentancur al posto di Pjanic. La squadra è sembrata sicuramente più compatta con il numero 30 che grazie alla sua corsa e intensità è riuscito a gestire il centrocampo della squadra in maniera esemplare soprattutto in alcuni momenti del match. Rispetto al bosniaco l’uruguaiano si è reso protagonista anche di alcune verticalizzazioni, una fondamentale: la sventagliata per Dybala che ha dato via al secondo gol.

IL NUOVO REGISTA

El Lolo si è preso la Juventus stabilmente dall’anno scorso. Nella passata stagione è stata una pedina importante nello scacchiere di Allegri, e se vogliamo, lo è ancora di più in quello di Sarri. Quasi sempre titolare, che sia da mezzala destra o da regista, l’apporto di Bentancur alla squadra è sempre di buon livello. Da regista rispetto a Pjanic riesce a muovere più velocemente il pallone e ad alzare il livello del gioco. Inoltre, grazie alla sua capacità di corsa, riesce a coprire una grossa fetta di campo, sia in orizzontale che in verticale, rendendosi importante anche in fase difensiva. Il centrocampo visto contro l’Inter, con Ramsey e Matuidi, è sembrato uno dei migliori al momento per equilibrio.

Bentancur però ha ancora da migliorare ma fortunatamente ha l’età dalla sua (compirà 23 anni a Giugno. Una delle cose da migliorare è la propensione al cartellino e la troppa irruenza nei contrasti. Spesso i suoi tackle sono fondamentali per la riconquista della palla, ma a volte l’eccessiva aggressività lo rende troppo esposto alla sanzione disciplinare. Inoltre ci sono alcune fasi della partita dove pare deconcentrato, anche se in questo sembra in netto miglioramento.

Bentancur ha davvero scavalcato Pjanic nelle gerarchie di Sarri? La risposta probabilmente la avremo la settimana prossima, quando andrà in scena una partita di Champions League assolutamente da vincere.

Post recenti

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Chiudi il menu