Average Juventino Guy

Boniek: “Il ciclo precedente era chiuso, giusto cambiare. Juve favorita domenica, ma…”

Zibi Boniek torna a parlare e lo fa ai microfoni de La Repubblica, riguardo la Juventus, il gioco di Sarri e la prossima importantissima sfida con l’Inter, che ricordiamo si giocherà ufficialmente a porte chiuse e visibile solo sui canali a pagamento di Sky. Di seguito gli estratti della sua intervista al quotidiano.

Il gioco della Juve e lo scudetto

La bellezza è relativa, passeggera, se la porta via il vento; resta che il calcio è tu che dai il pallone a me e io lo do a te finché non si arriva in porta.

La Juve vincerà lo Scudetto? Non lo so, non c’è scritto da nessuna parte che debba vincere sempre la Vecchia Signora. Mentre negli ultimi anni chiudeva prima il discorso, quest’anno sta incontrando altre due squadre altrettanto meritevoli come Lazio e Inter.

La scelta di Sarri

Se la Juventus ha deciso di cambiare allenatore è perché riteneva concluso il ciclo di Allegri e anch’io lo ritenevo tale. Non si cambia solo per questioni estetiche, ma perché ciò che c’era prima era logoro o rotto.

Perché Sarri fatica ad imporsi? Nelle grandi squadre allo stesso tempo servono pazienza e tempo, ma questo spesso non te l concedono e secondo me è questa la difficoltà principale.

La sfida con l’Inter a porte chiuse

La partita con l’Inter di domenica sera è fondamentale perché se i bianconeri non dovessero vincere avrebbero grossi problemi, ma per me restano i favoriti del match. A porte chiuse? Sono d’accordo, l’Italia si sta dimostrando un paese molto serio nell’affrontare questa emergenza, meglio di tutti in Europa.

Post recenti

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Chiudi il menu