Average Juventino Guy

COVID-19, la Juventus adotta delle misure di prevenzione

Anche la Juventus, in qualità di azienda, ha disposto delle direttive per quanto riguarda l’emergenza del COVID-19. La Società ha adottato una serie di misure di prevenzione che abbracciano tutte le attività del Club.

PRIMA SQUADRA MASCHILE E FEMMINILE

Le regole, oltre a quelle note a tutti (lavarsi spesso le mani, distanza di almeno un metro nei contatti sociali, starnutire o tossire nel gomito ecc.),sono:

  • Non bere dalla stessa bottiglietta, borraccia, bicchiere né in gara né in allenamento, utilizzando sempre bicchieri monouso o una bottiglietta nominale o comunque personalizzata, e non scambiare con i compagni altri oggetti come asciugamani, accappatoi, ecc.
  • Evitare di consumare cibo negli spogliatoi
  • Riporre oggetti e indumenti personali nelle proprie borse, evitando di lasciarli esposti negli spogliatoi o in ceste comuni.
  • In caso di attività sportiva o allenamento in vasca, richiedere un costante monitoraggio dei parametri chimici (cloro o altre soluzioni disinfettanti) e dei parametri fisici (fra cui il pH o la temperatura, che influisce sul livello di clorazione).
  • Gli atleti che manifestino sintomi evidenti di infezione respiratoria e/o febbre devono immediatamente abbandonare il resto della squadra, possibilmente, isolarsi, e avvisare il medico sociale nelle squadre professionistiche o il responsabile medico della federazione nei raduni federali, che provvederà a rivolgersi, se ne sussistesse l’indicazione, al Numero 112 o al Numero 1500 del Ministero della Salute operativo 24 ore su 24, senza recarsi al Pronto Soccorso.
  • Per chi non fosse ancora vaccinato contro l’influenza, ricorrere il più rapidamente possibile il vaccino antiinfluenzale, in modo da rendere più semplice la diagnosi e la gestione dei casi sospetti.
  • Informarsi dagli atleti e dal personale societario se ci sono stati eventuali contatti in prima persona o all’interno del proprio ambito familiare con persone rientrate da zone a rischio o in quarantena.
  • In caso di raduni nazionali o di atleti o di manifestazioni di circuito internazionale autorizzate anche all’estero, prevedere sempre la presenza di un Medico di Federazione che possa valutare clinicamente, a livello preventivo, tutti i partecipanti, identificando eventuali soggetti a rischio e adottando le più idonee misure di isolamento, seguendo adeguate procedure gestionali secondo gli indirizzi del Ministero della Salute.
  • Evitare premiazioni o altre forme di contatto con il pubblico (es. club o manifestazioni varie)
  • Utilizzare un unico microfono nelle interviste da disinfettare ogni volta (quindi non vari microfoni tenuti in mano dal giornalista)
  • Uscire dal centro di allenamento e/o dallo stadio nel bus della squadra o sull’auto privata evitando il contatto fisico con tifosi (es. evitare selfie, autografi e abbracci)

Lo Juventus Museum e gli Juventus Store sono ad oggi aperti al pubblico, mentre sono stati sospesi sino al 3 aprile gli Stadium Tour, che non garantiscono la possibilità di mantenere la distanza di almeno un metro tra i visitatori.

È stata infine operata la sanificazione di ogni sede Juventus, dei pullman delle diverse squadre e di ogni indumento utilizzato dagli atleti tramite tintorie industriali.

Post recenti

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Chiudi il menu