Average Juventino Guy

Da De Ligt a Ntenda: uno sguardo nell’ottica bianconera

La sessione di mercato in corso sta rispettando il percorso nella mente di Agnelli negli ultimi anni. Poco dopo l’acquisto di Cristiano Ronaldo, lo stesso presidente aveva sostenuto l’ingresso della sua società nella cerchia dei maggiori top club e questo avrebbe incluso una gestione del mercato diversa da quando l’obbiettivo era raggiungere certe vette. Nella stessa intervista ai microfoni di ESPN, Agnelli stabilì come prossimo tassello da raggiungere l‘acquisto di “un Cristiano Ronaldo all’età di 25 anni”.

Sebbene l’arrivo di De Ligt sia quasi (se non del tutto) un successo in quest’ottica, per proseguire su questi standard bisogna svolgere un esiguo lavoro sul settore giovanile affinché il ciclo continui a ripetersi. L’obbiettivo degli addetti è quello di abbinare scommesse azzeccate a investimenti lungimiranti che anticipino la concorrenza. Possedere una squadra B è un grande vantaggio per questo fine, ma la primavera è la squadra più importante per zelo e palcoscenici visitati. Se per la prima squadra la sessione invernale si è limitata finora ad una sfoltitura della rosa (almeno per quanto riguarda l’immediato, dato che Kulusevski rientra nei profili a cui si faceva riferimento), i bianconeri si sono mossi parecchio in ottica della formazione cadetta.

Dall’inizio di questa sessione di mercato i ragazzi allenati da Zauli possono vantare 3 rinforzi: Matías Soulé, Yannick Cotter e Jean-Claude Ntenda. Il primo è un classe ‘03, argentino, trequartista che non ha mai esordito in prima squadra ma è stato prelevato direttamente dalle giovanili del Velez. Cotter è invece un 2002, svizzero, che scendeva in campo come punta sia nelle giovanili che, in 2 occasioni, con la prima squadra del Sion. L’ultimo, nonché il più noto è il ragazzo che ha effettuato ieri mattina le visite al J-Medical, Ntenda. Il classe ‘02 francese arriva dal Nantes, squadra che voleva ottenere una futura ingente plusvalenza sul ragazzo, ma che ha dovuto arrendersi a privarsene ora. Il terzino sinistro in questione non ha mai esordito in Ligue 1 ma è noto nelle giovanili per vantare 10 presenze tra under 17 e 18.

Post recenti

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Chiudi il menu