Average Juventino Guy

Dall’Inghilterra: Pogba alla Juve, sogno possibile?

LA NOTIZIA

Il ‘Daily Mail’ sgancia la bomba: la Juventus sarebbe in pole position per accaparrarsi le prestazioni di Paul Pogba, sempre più in uscita dal Manchester United. La vera notizia però, riguarda le tempistiche, si parla infatti di una possibilità concreta già per la prossima sessione invernale di calciomercato.

Tra il francese e il club inglese infatti i rapporti non sono mai stati idilliaci, contrariamente a quelli con i bianconeri. A testimonianza di ciò, Paul continua a seguire con molto interesse i propri compagni e l‘ultimo commento al post di Bonucci dopo la qualificazione alla fase a eliminazione diretta della Champions, non ha fatto che alimentare le voci.

Secondo il quotidiano inglese comunque, la cifra si aggirerebbe attorno a 130 milioni di euro, una cifra importante ma che sembrerebbe non spaventare troppo la Juventus.

L’ANALISI DELLA SITUAZIONE

Sinceramente, il “Capitanoooooo” scritto da Pogba su Instagram a Bonucci, dopo la qualificazione non può essere sufficiente a provocare queste nuove voci su un ritorno in bianconero. Quindi quanto c’è di vero in questa notizia del ‘Daily Mail’?

Da quel 9 Agosto 2016, giorno in cui il Manchester United annunciò il ritorno di Paul Pogba in Inghilterra tramite l’hasthtag #PogBack, tra giocatore, club e tifosi non è mai sbocciato l’amore. Che il francese rimpianga l’ambiente bianconero non è ormai un mistero, viste soprattutto le numerose presenze ad eventi riguardanti i vecchi compagni, come la festa di addio al calcio giocato di Andrea Barzagli.

Inizialmente si pensava fossero i problemi con Mourinho, sia tattici che caratteriali, a causare questa situazione. Invece, anche col cambio di guida tecnica, le cose non sono cambiate. Tanto che in estate si è fatta molto concreta la possibilità che Pogba cambiasse aria.

L’AMBIENTE E LA FAMIGLIA

La destinazione più probabile sembrava essere il Real Madrid, con i bianconeri sullo sfondo.I pochi mesi però c’è stata una netta inversione di rotta, i blancos infatti stanno passando un periodo non semplice, nonostante gli ultimi risultati in netto miglioramento, Mentre la Juve sembra aver trovato nuovo entusiasmo e nuovi stimoli dal cambio in panchina, mantenendo sempre quell’ambiente familiare che la distingue dagli altri top club europei, pur continuando ad alzare l’asticella delle ambizioni.

Un fattore non secondario, che quasi tutti i giocatori passati da Torino tendono ad evidenziare, ricordando con nostalgia il modo in cui erano coccolati dalla famiglia bianconera.

Quindi la preferenza del giocatore per la ‘Vecchia Signora’ sembra evidente, ma è un matrimonio che deve vedere l’accordo tra tutte e tre le parti. Va analizzata quindi anche la posizione dei due club coinvolti.

MANCHESTER UNITED

Lo United in estate aveva posto un veto sulla cessione per meno di 150 milioni di euro, una cifra esagerata che però inevitabilmente è obbligata a scendere col passare dei mesi. Il contratto di Pogba infatti è in scadenza a Giugno 2021, quindi si parla di un giocatore scontento che potrebbe liberarsi a zero tra poco più di un anno. Inoltre, a causa di un infortunio il suo apporto in questa stagione è stato molto scarso.

Questi fattori uniti alla necessità di sistemare altre zone del campo, potrebbero far abbassare le pretese degli inglesi.

JUVENTUS

E la Juventus? I bianconeri accoglierebbero a braccia aperte Paul. Non a caso se ne parla in ogni occasione, l’interesse è evidente e reciproco. La cessione fu obbligata tre anni fa, faceva parte di un fisiologico processo di crescita che ha visto ora i suoi frutti: la Juventus è stabilmente nei top club sia a livello sportivo che economico.

COLPO MEDIATICO

Da non sottavalutare da questo punto di vista, l’aumento del capitale, volto a consolidare il club a vette ancora più alte. Ormai il club di Andrea Agnelli ha abituato a colpi “alla Ronaldo”, quindi che siano decisivi sia dal punto di vista tecnico che mediatico. Proprio come de Ligt. Un acquisto di Pogba a Gennaio, sarebbe un ulteriore passo in avanti da questo punto di vista.

L’ASPETTO SPORTIVO

Anche dal punto di vista tecnico l’operazione non avrebbe che privilegi. Dopo un iniziò di stagione in grande spolvero infatti, sia Khedira che Matuidi stanno perdendo sempre più il posto da titolare, evidentemente in difficoltà a reggere i ritmi (Khedira) e la tecnica (Matuidi) richiesti dal gioco di Maurizio Sarri. Inoltre vi è la “grana” Emre Can. L’inserimento di un centrocampista del livello dell’ex numero 6 bianconero, sarebbe perfetto in questo contesto.

COSTO

L’operazione sarebbe però molto onerosa, probabilmente impossibile da percorrere senza contropartite, soprattutto a stagione in corso. Qui però i due club potrebbero trovare un accordo. Al Manchester interessano alcuni tesserati bianconeri non proprio intoccabili, tra i quali Mandzukic, Emre Can e Rugani. Una soluzione potrebbe essere trovata.

L’ALLEATO

Infine c’è lui, l’agente di Paul: Mino Raiola. I rapporti tra lui e la dirigenza del club campione d’Italia sono ottimi. I colloqui, anche per altri giocatori, sono frequenti. Nell’ultima sessione ha portato de Ligt in bianconero nonostante la concorrenza di club molto importanti. Di sicuro anche questo è un punto a favore della trattativa.

Analizzando tutto ciò, non sembra possibile che quanto riportato dal ‘Daily Mail’ sia una mera invenzione giornalistica. Le basi per la trattativa sembrano esserci. Di sicuro è molto complicato, soprattutto parlando di Gennaio ma, dopo Ronaldo, dichiarare qualcosa come impossibile risulta complicato.

Meglio usare le parole di Nedved: “Chi vivrà, vedrà”.

Chiudi il menu