Average Juventino Guy

Dybala: “La Juventus un sogno. Pogba? Spero di festeggiare ancora i gol con lui”

Dybala sta vivendo una delle sue migliori stagioni da quando è alla Juventus, dopo aver passato un’estate sul filo del rasoio. Intervistato da ‘OTRO’, il numero 10 bianconero ha toccato interessanti temi, proprio dai bianconeri, al rapporto con Paul Pogba e alla vita privata.

Ecco le sue parole.

LA JOYA

“È il soprannome che mi ha accompagnato e mi accompagna tuttora. Quando giocavo per l’Instituto de Córdoba, un giornalista locale mi diede quel soprannome. Alcuni compagni mi chiamano ancora così, e a me non dispiace, perché ormai mi sono abituato”.

VAR

“Non è facile esprimersi sul VAR, perché ci sono molti aspetti che lo riguardano, come tanti sono i punti di vista al riguardo, sia a favore sia contro. Personalmente, giocherei benissimo anche senza il VAR. Penso che l’arbitro dovrebbe essere libero di gestire la partita da sé, senza dover essere controllato da altri arbitri che non sono in campo, perché penso ci siano molti fattori che hanno impatto sulla partita che non puoi capire guardandoli da fuori”.

PAZZO (riferito ad una foto di Gattuso)

“Ma in Argentina diciamo sempre “pazzo nel senso buono”. Quando ero al Palermo mi aiutò molto, anche se la cosa non durò molto. Ma ho tanti ricordi bellissimi con lui. Magari non era sempre docilissimo, specialmente durante gli allenamenti, ma lui è fatto così, è il suo modo di allenare, ed è stata un’esperienza incredibile”.

ESPULSIONE IN NAZIONALE

“Sinceramente è stata una cosa incredibile. Era la mia prima partita da titolare in nazionale, e dopo circa 30 minuti, credo, mi espulsero ingiustamente. Magari il secondo giallo ci stava, ma il primo sicuramente no. Era il mio debutto da titolare e stavo giocando molto bene. Poi è successo quello che è successo. Ho provato grande amarezza, perché quella era la mia prima espulsione, oltretutto in nazionale. E quando vieni espulso ingiustamente, fa male”.

RIHANNA

“È incredibile. Ho avuto l’opportunità di conoscerla e incontrarla due volte. Sono molto amico di suo fratello ed è per questo che ci siamo conosciuti, ma provo grande ammirazione per lei perché è una vera star. Conosco qualche sua canzone, anche se preferisco il reggaeton. Ma ovviamente la conosco”.

LA JUVENTUS

“Un sogno per diversi motivi. Primo, perché uno sogna sempre di approdare a club del genere, perché è un sogno poter rappresentare questi colori come lo è poter vincere tutti quei titoli che non vincevamo da tempo, sia per i tifosi sia per noi, perché entrambi ce lo meritiamo. Ma è un sogno anche perché ho realizzato grandi obiettivi con questo club”.

LA DAB CON POGBA

“Beh, io e Paul avevamo… abbiamo un gran bel rapporto. E quando lui giocava qui, cercavamo continuamente di trovare nuovi modi per festeggiare i nostri gol. Ne abbiamo fatti tanti, quindi i festeggiamenti cambiavano spesso. E spero che un giorno potremo festeggiare gol insieme di nuovo”.

J BALVIN

“Come dice lui, ‘my G’. Ho avuto l’opportunità di passare il Capodanno a Miami quando ero con Oriana e i suoi, e ho avuto l’opportunità di parlargli. Ci siamo incontrati, e devo dire che è una persona fantastica. Di tanto in tanto ci scriviamo, e spero che verrà a fare un concerto qui a Torino e che ci verrà a vedere”.


Post recenti

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Chiudi il menu