Average Juventino Guy

È pur sempre Juventus-Inter

In un momento delicato come questo è difficile concentrarsi sul calcio, soprattutto se anche il calcio è coinvolto in maniera così profonda in questa situazione. Però il campionato per il momento va avanti, seppur senza tifosi sugli spalti e con tante difficoltà. E per noi domani è una partita troppo importante per non pensarci.

Domani si gioca pur sempre Juventus-Inter.

Il clima che si è creato attorno a questa partita è surreale. L’emergenza coronavirus che ha fatto slittare di una settimana il match che fino a qualche giorno fa si pensava si sarebbe giocato a Maggio, ha acceso le polemiche dei tifosi e dirigenti nerazzurri, culminate con la Instagram story del presidente Zhang nei confronti di Dal Pino. Il governo che ha decretato la chiusura degli stadi. La paura che il campionato possa fermarsi ancora. Eppure domani si ricomincia.

La Juventus si presenta a questo appuntamento dopo dieci giorni senza partite, come anche l’Inter. L’ultima partita giocata da noi, la bruttissima sconfitta in Champions League al Parc OL, che si spera abbia riacceso il fuoco nell’animo dei nostri calciatori. Dieci giorni che si spera siano serviti a Sarri per lavorare tanto sugli errori e sulle imperfezioni. In conferenza prima del match poi annullato contro il Milan, l’allenatore bianconero aveva dichiarato che i giocatori si erano resi conto di alcune cose sbagliate, come ad esempio la lenta circolazione di palla, e che si stessero impegnando nel migliorare.

Per loro è la partita della vita. Sicuramente saranno avvantaggiati nel giocare in uno Stadium deserto, Conte caricherà uno ad uno i suoi uomini per una partita che vale più di tre punti e proveranno a sfruttare il nostro momentaccio.

Ma noi siamo chiamati a reagire, a dimostrare che non siamo alla fine di un ciclo, che possiamo ancora dare qualcosa.

È la partita più disputata di sempre in Serie A, ma ogni volta è come se fosse la prima. Domani c’è Juventus-Inter. Nonostante tutto.

Post recenti

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Chiudi il menu