Average Juventino Guy

Hellas Verona – Juventus: le pagelle dei bianconeri

La Juventus esce sconfitta dal Bentegodi dopo una brutta prestazione e incassando la seconda sconfitta consecutiva in trasferta. La squadra bianconera resta a 54 punti in classifica, in attesa di sapere i risultati odierni di Lazio e Inter. Vediamo quindi le pagelle del match di ieri sera.

WOJCIECH SZCZESNY: 6

Incolpevole sui due gol subiti: si ritrova Borini a tu per tu e Pazzini calcia un rigore perfetto. Compie un paio di buoni interventi, in particolare uno nel primo tempo su tiro-cross di Faraoni, per il resto ordinaria amministrazione.

JUAN CUADRADO: 5.5

Non è un terzino e si vede. Fa quel che può in una serata storta, ma va spesso in sofferenza sulla fascia e quando si spinge in avanti non è preciso. Le colpe della sconfitta non sono da attribuire a lui personalmente.

MATTHIJS DE LIGT: 6

Il migliore del reparto arretrato. Non perde mai la bussola durante la gara e sbroglia qualche situazione potenzialmente pericolosa con interventi puliti e precisi. Sui gol non è direttamente responsabile.

LEONARDO BONUCCI: 5

Il capitano affonda insieme alla sua nave. Nonostante un buon primo tempo, nella ripresa cala vistosamente, facendo perdere sicurezza al reparto, fino a commettere in prima persona L’ingenuo fallo di mano che consente al Verona di rimontare dagli 11 metri.

ALEX SANDRO: 5.5

Meglio di Cuadrado per quanto riguarda la fase di copertura, ma da lui ci si aspetta qualcosa in più anche in fase di spinta, cosa che fa col contagocce durante la partita. Risultato: una prova mediocre, dove comunque non commette errori decisivi, anche se sul gol annullato a Kumbulla poteva far meglio in marcatura.

RODRIGO BENTANCUR: 5.5

Insufficiente perché commette la leziosità, non necessaria, che consente al Verona di riacciuffare il pareggio e rientrare mentalmente in partita. Ma bisogna dargli atto che nel primo tempo ha retto da solo il centrocampo e nel secondo lancia Ronaldo nell’1vs1 che porta al gol del vantaggio.

MIRALEM PJANIC: 5

Ancora una brutta prova del regista bosniaco: non riesce mai a trovare la giocata illuminante e svolge sempre il compitino, a volte anche male. Nel corso della partita viene costantemente pressato dagli avversari e questo non lo aiuta. Infine, in collaborazione con Bentancur, consegna il pallone del pareggio sui piedi di Borini, con un gofo intervento.

ADRIEN RABIOT: 6

Nell’arco dei 90′ risulta essere il migliore del centrocampo, pur senza far vedere nulla di esaltante. Conferma comunque di essere in crescita sia dal punto di vista fisico che mentale.

DOUGLAS COSTA: 6.5

Nel primo tempo è il migliore dei suoi, andando anche a colpire una traversa dopo una grande azione personale e servendo un pallone perfetto sulla testa di Ronaldo. Il secondo tempo, comincia sulla falsa riga del primo, tra scatti e assist per i compagni, finché non deve arrendersi all’ennesimo infortunio muscolare.

GONZALO HIGUAIN: 5

Assente ingiustificato del match. Sarri gli da ancora fiducia al centro dell’attacco, ma lui lo ripaga con una prestazione incolore durante la quale arriva solo una volta alla conclusione (murata) per poi vagare senza meta nella trequarti avversaria fino al momento della classica e inevitabile sostituzione.

CRISTIANO RONALDO: 7

Ancora una volta MVP della partita e a segno per la decima partita di fila. Un gol tra l’altro tutto suo, dove scarta facilmente il difensore e a tu per tu col portiere avversario lo infila con un destro preciso. Per il resto, sembra l’unico a crederci sempre e col giusto atteggiamento, peccato non venga seguito dai compagni.

PAULO DYBALA (dal 59′): 5.5

Il suo ingresso lasciava ben sperare nei primi minuti, poi si va via via spegnendo nella mediocrità e imprecisione generale. Ha anche due discrete occasioni dal limite dell’area, ma le spreca entrambe calciando malamente, non all’altezza del suo sinistro.

AARON RAMSEY (dal 72′): 6

Ingresso senza infamia e senza lode. Non si fa notare per giocate illuminanti, ma neanche per errori marchiani.

DE SCIGLIO (dall’82’): s.v.

Post recenti

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Chiudi il menu