Average Juventino Guy

I pro e i contro del “Pogback”!

Nonostante il calciomercato invernale sia terminato da poche settimane, Paratici è già al lavoro per cercare di migliorare la rosa in vista della prossima stagione. Come ribadito più volte, il centrocampo è, probabilmente, l’unico reparto migliorabile di una squadra pressoché perfetta. Con l’arrivo di Cristiano Ronaldo due stagioni fa e di De Ligt la scorsa estate, infatti, la società bianconera ha sistemato quasi definitivamente l’attacco e, soprattutto, la difesa. Da qualche anno a questa parte, però, il centrocampo rappresenta il tallone d’Achille di una squadra super competitiva.

Nel 2015, in occasione della finale di Champions League contro il Barcellona, la Juventus ha schierato un centrocampo formidabile, forse uno dei più forti della storia bianconera, formato da Pirlo, Vidal, Marchisio e Pogba. Ed è proprio il francese il sogno proibito dei supporters di Madama, pronti a riaccoglierlo a Torino a braccia aperte.

Mino Raiola, agente del giocatore, ha parlato circa un ritorno del centrocampista francese alla Juventus, subito dopo la semifinale di Coppa Italia contro il Milan.

Per Pogba l’Italia è una seconda casa e non gli dispiacerebbe tornare alla Juve, ma ne riparleremo dopo l’Europeo…

È inutile dire che le parole dell’agente italo-olandese abbiano scatenato una reazione immediata da parte dei tifosi bianconeri, entusiasti all’idea di poter riabbracciare il loro pupillo.

Per il momento è tutta una suggestione, ma sognare non costa nulla, quindi vediamo insieme quali sarebbero i pro e i contro di un eventuale approdo di Paul Pogba alla Juventus.

PRO

1. Conosce già l’Italia e l’ambiente della Juve

Potrebbe sembrare un dato di poco conto ma, come abbiamo visto con De Ligt, il processo di ambientamento è molto lungo e, in alcuni casi, incide chiaramente sulle prestazioni del giocatore. Pogba conosce già l’Italia, gli usi e la lingua del nostro Paese. Ha già avuto a che fare con l’ambiente Juve, nel quale ha potuto apprendere la dedizione per il lavoro e l’importanza della vittoria. Ritroverebbe, inoltre, molti suoi ex compagni di squadra, come Bonucci, Chiellini e, soprattutto, Paulo Dybala, con il quale aveva stretto un forte legame di amicizia.

2. La personalità

Oltre ad essere un gran calciatore, Pogba rappresenta anche un uomo spogliatoio. Nonostante la giovane età (26 anni), il francese ha già palesato di poter caricarsi la squadra sulle spalle, come dimostra il Mondiale vinto da protagonista con la Francia e le sue ultime stagioni al Manchester United.

3. Nel suo ruolo è uno dei migliori al mondo

Negli ultimi 2 anni Andrea Agnelli ha chiarito le sue intenzioni: far diventare la Juventus una delle squadre più forti al mondo. Come fare? Acquistando i giocatori più forti al mondo. Due anni fa è arrivato Cristiano Ronaldo, fresco della terza Champions League di fila, la scorsa estate è approdato a Torino Matthijs De Ligt, Golden Boy 2018. All’appello manca un centrocampista e, Paul Pogba, è sicuramente uno dei più forti al mondo nel suo ruolo.

4. L’età

Il Polpo nasce il 15 Marzo del 1993, i suoi 26 anni gli assicurano almeno altri 5 anni di carriera ad alti livelli. Ha lasciato Torino da ragazzo, ed ora potrebbe tornare a vestire la casacca bianconera da uomo, con molta più esperienza e consapevolezza.

CONTRO

1. Il costo dell’operazione

La Juventus lo ha ceduto per circa 100 milioni e i Red Devils, per lasciarlo partire, ne vorrebbero ancor di più. Risulta scontato dire che la trattativa non si concluderà mai a queste cifre e che Paratici cercherà in tutti i modi di abbassare le pretese. Il costo del cartellino è alto, l’ingaggio del giocatore anche, occhio a non commettere errori madornali…

2. La condizione fisica

Negli ultimi mesi Pogba ha dimostrato una certa fragilità dal punto di vista fisico. Infatti, dopo vari fastidi alla caviglia, il francese è stato costretto ad operarsi ad inizio 2020 e ad allontanarsi dai campi per qualche mese. Ora il giocatore si trova a Dubai, dove sta per concludere la riabilitazione in vista di un recupero non così lontano, come dimostrano i numerosi video postati su Instagram.

In definitiva possiamo affermare che i pro sono in netto vantaggio sui contro, e che ogni tifoso bianconero sarebbe felice di poter riaccogliere il Polpo a Torino. Si tratta di una telenovela che va avanti già da molto tempo, però, dopo le parole di Raiola, sembra che la trattativa abbia subito una svolta sostanziale.

Post recenti

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Chiudi il menu