Average Juventino Guy

Juventus-Lione: analisi e precedenti

Nella giornata di ieri, a Nyon, sono state sorteggiate le sfide valide per gli ottavi di finale di Champions League. La Juventus dovrà vedersela con il Lione di Rudi Garcia, squadra molto giovane e piena di insidie.

La stagione dei francesi è iniziata con Silvinho in panchina, poi sostituito dall’ex Roma Rudi Garcia il 14 Ottobre. Al momento occupano l’ottavo posto in Ligue 1 con 25 punti, 28 gol realizzati e 17 subiti; il loro cammino in campionato, ad oggi, è stato molto altalenante: 7 vittorie, 4 pareggi e 7 sconfitte. Hanno raggiunto la qualificazione agli ottavi nell’ultimo turno, a discapito del Benfica, pareggiando contro il Lipsia.

Nelle ultime uscite Garcia ha mostrato di prediligere il 4-2-3-1. Una delle colonne portanti della squadra è Lopes, portiere titolare anche nei 4 match precedenti contro la Juve. La coppia centrale è formata da Deyaner e Andersen, arrivato dalla Samp la scorsa estate; sulla corsia di destra il titolare è il giovanissimo Tete, mentre sulla sinistra il più gettonato è Rafael. Come centrocampisti davanti alla retroguardia ci sono Mendes e Tousart, con Aouar e Terrier che agiscono da mezzepunte. Rudi Garcia, però, dovrà fare a meno del suo gioiellino Memphis Depay e del sostituto Jeff Reine Adelaide per la doppia sfida contro la Juventus. Entrambi, infatti, sono stati sostituiti nell’ultima partita di campionato contro il Rennes, riportando la stessa diagnosi: rottura del legamento crociato. La punta del’Olympique è il temibilissimo Moussa Dembélé, che fino ad ora ha realizzato 10 gol stagionali.

Juventus e Lione si sono affrontate 4 volte in gare ufficiali e i precedenti sorridono ai bianconeri. In Champions League l’unico scontro risale alla fase a gironi nel 2016, dove la squadra di Allegri si impose per 1-0 in Francia grazie alla prodezza di Cuadrado e pareggiò 1-1 all’Allianz Stadium con i gol di Higuain e Tolisso. L’altro doppio incrocio risale invece ai quarti di Europa League 2013/2014: vittoria della Vecchia Signora in trasferta 1-0 con rete di Bonucci e successo per 2-1 all’Allianz Stadium con vantaggio firmato da Pirlo, pareggio di Briand e autorete decisiva di Umtiti.

La Juventus di Maurizio Sarri, dunque, ha evitato il temibilissimo Real e il Tottenahm di Mourinho, ma sarà importante che la squadra non sottovaluti gli avversari e non prenda sotto gamba la doppia sfida con i francesi.

Quest’anno più che mai abbiamo tutte la carte in regola per battere chiunque e per riportare, finalmente, la Champions League a Torino.

DATE: Olympique Lione-Juventus 26 Febbraio; Juventus-Olympique Lione 17 Marzo.

Post recenti

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Chiudi il menu