Average Juventino Guy

Pogba deluso da Ferguson:“Qualche anno fa mi spezzò il cuore. Ho recuperato dall’infortunio, ora voglio giocare!”

Da tempo, ormai, si parla di un possibile ritorno di Paul Pogba alla Juventus. Il centrocampista francese è il sogno di mercato della dirigenza bianconera, che vorrebbe approfittare dei rapporti ormai incrinati tra il giocatore ed il suo club attuale, il Manchester United. Intanto Pogba si è raccontato al podcast della radio ufficiale dei Red Devils, svelando un curioso retroscena sul suo approdo alla Juventus nel 2012.

Non abbandonai l’Inghilterra per una questione di contratto, fu piuttosto una mancanza di fiducia di Ferguson. Per me è stato il migliore della storia, ma contro il Blackburn mi spezzò il cuore. Mancavano tutti i centrocampisti, giocarono Park e Rafael in mezzo al campo e io invece non entrai. Perdemmo. Ferguson mi fece riscaldare, pensavo che sarei entrato. Quella fu la goccia che fece traboccare il vaso. Comunicai la mia decisione ad Evra. Così abbandonai Manchester per andare alla Juve, fu una scelta difficile, non avevo la garanzia di essere titolare ma volevo dimostrare di poter giocare in prima squadra, di essere pronto. Ad inizio carriera ero ad un passo dalla firma con il Lione, in molti mi sconsigliarono di scegliere lo United perché in un club straniero avrei riscontrato difficoltà. Ma i Red Devils erano il club più grande del mondo, un’occasione che capita una volta nella vita. Inizialmente tifavo Arsenal, la squadra di uno dei miei fratelli; l’altro parteggiava per il Manchester, ma io amavo Henry. Alla fine, però, decisi di cambiare e di diventare tifoso dello United come l’altro mio fratello.

Fino ad ora la stagione di Paul Pogba è stata un vero e proprio disastro: 610 minuti giocati, 8 partite, 0 gol e 2 assist. I numerosi infortuni, prima alla caviglia e poi al piede, lo hanno frenato da metà settembre. Ora, però, il centrocampista francese sembra essere pronto a tornare in carreggiata…

Sono state settimane frustranti non mi era mai successa una cosa del genere in carriera. L’infortunio è stato all’inizio di questa stagione e ci ho giocato su, poi quando mi sono fermato ho scoperto di avere una frattura. Sono stato costretto a usare un gesso, ma alla fine posso dire che è andata bene. Adesso mi sto già allenando e toccando la palla, sono più affamato che mai e non vedo l’ora di riprendere a giocare.

Intanto, con il passare delle settimane, diminuiscono le probabilità di permanenza in Inghilterra, con Juventus e Real Madrid pronte ad affondare il colpo. Mino Raiola, agente del ragazzo, ha già palesato più volte la volontà del suo assistito di cambiare aria. Paratici è al lavoro per cercare una soluzione: gli ottimi rapporti con il procuratore italo-olandese, che ha portato De Ligt in bianconero la scorsa estate, potrebbero facilitare la buona riuscita della trattiva. Al momento la situazione è ferma, con le valutazioni dei cartellini che potrebbero subire notevoli cambiamenti non è ancora chiaro che tipo di trattativa imbastire.

Post recenti

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Chiudi il menu