Average Juventino Guy

Post Lione-Juve: le parole di Bonucci e Szczeşny

Si conclude con una sconfitta per 1 a 0 l’andata di ottavi giocata in data odierna. Il primo giocatore a presentarsi ad un microfono dopo la partita di Lione è stato Bonucci, intercettato a bordocampo da Sky.

Cosa non è andato stasera:

“Il primo tempo, eravamo secondi su tutto. Certe partite poi, il minimo errore lo paghi. Abbiamo regalato un tempo. Nel secondo tempo non hanno tirato neanche una volta in porta perché si è vista la vera Juve. Ci hanno colpito nel momento in cui eravamo in 10 e quello è stato un momento dove sono stati bravi a farci male. Ora la testa a domenica e al ritorno dobbiamo assolutamente andare avanti.”

Problema esclusivamente di atteggiamento?

“Sì, eravamo lunghi e distanti con i reparti, poco aggressivi e l’aggressività te la da la testa: dovevamo svegliarci prima.”

La scena nel riscaldamento con Matuidi:

“Non ho ripreso Matuidi, gli ho detto che la squadra la fanno tutti, anche chi sta fuori. Tutti e 18 insieme dobbiamo essere pronti perché può succedere qualcosa. Si respirava che qualcosa non era acceso anche fra i titolari.”

Successivamente è intervenuto Szczeşny che ha dato il suo punto di vista sulla prestazione, il tasto dolente della serata:

Viste le parole di Sarri (esaltando l’allenamento ndr) e quello che si è visto in campo, cosa succede?

“Abbiamo sbagliato il primo tempo, è mancato l’ordine. Risolto il problema nel secondo tempo è mancato il gol. Male, ma è tutto ancora da giocare.”

Come mai il calo di concentrazione si vede anche in Champions?

“Lo abbiamo pagato con la sconfitta. Il secondo tempo è la cosa positiva e da lì dobbiamo ripartire.”

Sul gol, mancante De Ligt, forse non c’è stata organizzazione:

“Sicuramente la mancanza di un uomo ha fatto anche la differenza, però l’azione bisogna fermarla sul nascere, dopo la rimessa laterale. Abbiamo sbagliato in quello e dentro l’area succede che un mezzo tiro o un rimpallo vada in porta. L’azione bisogna fermarla molto prima.”

Manifestazioni di deconcentrazione:

“Non sono completamente d’accordo. È vero che Bentancur è stato anticipato ma ci può anche stare che, marcando a zona, si trova un giocatore in movimento che lo anticipa. Non è una mancanza di concentrazione, è stato fatto un buon cross e un buon colpo di testa. Per il resto non so, tra Pjanic e Bonucci c’è stata un incomprensione, menomale che il giocatore del Lione ha tirato fuori.”

Post recenti

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Chiudi il menu