Average Juventino Guy

Rinvio Juventus-Inter: botta e risposta tra Marotta e Dal Pino

La notizia del rinvio del match tra Juventus e Inter ha scatenato i (soliti) malumori dei nerazzurri, che hanno protestato per quanto riguarda questa scelta poiché essa andrebbe a favorire la Juventus e a danneggiare l’Inter. Se dai tifosi certi discorsi ce li si aspetta, non ce li si aspetta dai dirigenti, soprattutto da Beppe Marotta, che ha addirittura dichiarato come questa questa decisione falsi il campionato.

Quest’oggi ha parlato ai microfoni di Radio Sportiva.

“Da cittadino anche io mi sento di riconoscere il momento di grande emergenza che sta attraversando il nostro paese ed i grandi problemi che ne conseguono. La salute va tutelata, ma la decisione di rinviare le gare di questo turno è improvvida e crea uno squilibrio tra le squadre. Ci sentiamo danneggiati da questa decisione, presa senza che fossero interpellate le società attraverso un’assemblea straordinaria. Si tratta di un qualcosa di fondamentale per la credibilità del sistema calcio italiano. In subordine, il decreto ministeriale emanato la scorsa settimana prevedeva lo strumento delle porte chiuse. Il problema è solo quello della Serie A perché il calendario è molto compresso, mentre le altre categorie hanno più libertà. L’equilibrio competitivo viene inficiato con questa decisione”.

Alla domanda se ci sia stato qualcosa a favore di qualche squadra:

Quando ci sono vincitori e vinti c’è sempre una situazione che non si riesce a vedere bene. La cosa importante è capire il motivo per cui si è arrivati a questa decisione avventata”.

Inoltre l’amministratore delegato nerazzurro ha dichiarato che si aspettano di giocare la prossima partita (contro il Sassuolo) a porte aperte.

Alla grave accusa di Marotta ha risposto Paolo Dal Pino, presidente della Lega Serie A.

“Venerdì l’ad De Siervo e io abbiamo proposto all’Inter di spostare la gara a lunedì, loro si sono rifiutati di scendere in campo. Si assuma le responsabilità. Abbiamo proposto all’Inter di spostare la gara contro la Juventus al lunedì sera per disputarla a porte aperte. L’Inter si è rifiutata categoricamente di scendere in campo, si assuma le responsabilità e non parli di sportività e campionato falsato”

E sulla data di recupero:

“Il 13 maggio era la sola data formale libera per tutte e dieci le squadre coinvolte dovute agli impegni nelle competizioni nazionali e internazionali. A partire da domani l’ad De Siervo si confronterà con le squadre coinvolte per accelerare insieme i tempi di recupero. Abbiamo dovuto prendere decisioni guidate dal bene della nazione. Cercheremo di trovare il modo per contenere altri stravolgimenti che ci venissero richiesti per esigenze di emergenza dal Governo. Ma ricordo che all’estero, in particolare in Premier League, capita spesso che le squadre debbano recuperare più partite a distanza di settimane a causa delle numerose coppe. Non facciamo drammi dove non ce ne sono”

Post recenti

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Chiudi il menu