Average Juventino Guy

Sarri: “Essere secondi sia da stimolo. Bernardeschi è importante, Bentancur in forte crescita. Con la Lazio sarà difficile”.

Alla vigilia di Lazio-Juventus, Maurizio Sarri si è concesso alle domande dei giornalisti per presentare la partita. Ecco le sue parole in conferenza.

MOTIVAZIONI

“L’unica certezza è che le partite dopo il turno di Champions, abbiamo più difficoltà. La mancanza di motivazioni è un’ipotesi da considerare, ma potrebbe essere semplicemente un calo di energie nervose. Vediamo quello che dirà il campo, ma sono fiducioso”.

TURNO IMPORTANTE

“Tutti i punti sono importanti e tutte le partite hanno la stessa importanza.Poi è normale che a livello mediatico, alcune partite siano enfatizzate, ma razionalmente siamo ad un punto del campionato in cui si possono dare poche sentenze”.

SECONDO POSTO

“Spero che per noi sia uno stimolo. Abbiamo una squadra davanti, deve darci forti motivazioni”.

BERNARDESCHI

“È un ragazzo sensibile e le contestazioni dei tifosi gli stanno pesando. Basta vedere la differenza di rendimento tra le partite in casa e in trasferta. Lui è un giocatore importante e non deve farsi influenzare da niente e nessuno. Il mio compito è quello di aiutarlo in questa fase, piuttosto che farlo riposare”.

EMRE CAN

“Emre ultimamente qualche spazio se l’è ritagliato, quindi non è sparito. L’esclusione dalla Champions ha pesato a livello mentale, ma sa bene che facendo bene in campionato può rientrare anche per la Champions”.

KHEDIRA

“Per noi è una perdita importante, ma la situazione del suo ginocchio stava peggiorando e negli ultimi dieci giorni c’è stata pure un’accelerata da questo punto di vista. Solitamente sono cose che succedono in anni, non in così poco tempo, Comunque vedremo di far crescere di rendimento gli altri”.

LAZIO

“La Lazio è una squadra molto forte, oltre all’aspetto tattico ha grandi qualità. È la miglior squadra in Italia per quanto riguarda i passaggi negli ultimi 25 metri. Sono molto pericolosi e vanno tenuti lontani dalla nostra area. Prepareremo la partita per limitare i molti pregi degli avversari e sfruttarne i pochi difetti. È palese che sarà una partita difficile”.

INFORTUNI

“Non sono contento da questo punto di vista, ma sono momenti che capitano nell’arco di una stagione. Rabiot sta meglio, si è allenato con la squadra ultimamente, deve solo ritrovare la condizione migliore. Ma dal punto di vista medico è completamente recuperato”.

APPROCCIO

“Loro avranno un approccio violento e molto determinato, visto che vengono da un momento positivo. Dovremo reggere questo impatto, per poi venir fuori e prendere in mano la parita. In tutto ciò dovremo anche riuscire a tenerli lontani dalla nostra area”.

TRIDENTE

“Senza Douglas è difficile pensare a questa soluzione. Mentre il momento di grazie di Dybala è quello che ci fa propendere per il modulo col trequartista e le due punte. In questa fase per le caratteristiche di chi sta facendo la differenza non conviene impiegare il tridente”.

CRESCITA BENTANCUR

“Sta diventando un giocatore importante, negli ultimi mesi ha dei numeri dal punto di vista fisico impressionanti. Ha una buona tecnica e può crescere ancora. Secondo me è destinato ad una carriera importantissima. Se poi riuscisse a migliorare nella fase realizzativa, parleremo di una carriera straordinaria”.

LAZIO TERZA INCOMODA

“In questo momento la sensazione è quella. Ha fatto 18 punti nelle ultime sei partite, hanno le capacità per inserirsi tra noi e l’Inter”.

INNESTO A CENTROCAMPO

“Contando sul recupero di Ramsey e Costa, proveremo a inserire Bernardeschi in quel ruolo. Anche Ramsey potrebbe giocare lì. Il mio compito è proprio trovare soluzioni a ciò, per altri tipi di valutazioni, ci pensa la società. Mi limito ad aspettare di recuperare gli infortunati”.

DYBALA-RONALDO

“Con loro fatichiamo a riempire l’area? Ci stiamo lavorando quotidianamente. Bisogna tenere conto delle loro caratteristiche, non puoi impedire a Dybala di venire a prendere palla vicino ai centrocampisti, perderebbe tanti dei suoi pregi. Ugualmente non puoi impedire a Cristiano di partire defilato, ha costruito una carriera formidabile su questo. Dovremo studiare qualche accorgimento e dovrà essere bravo il trequartista a riempire gli spazi”.

Post recenti

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Chiudi il menu