Average Juventino Guy

Sarri in conferenza: “Domani gara complicata. Pressioni? Alla Juve è normale. Ronaldo riposa? Vedremo…”

Conferenza stampa per Maurizio Sarri alla vigilia di Milan-Juventus, gara di andata delle semifinali di Coppa Italia in programma domani sera alle 20:45. Qui di seguito riportiamo gli aspetti salienti delle parole del tecnico toscano.

Cena con Agnelli

Era qualcosa di già programmato, saremmo dovuti andare già una settimana prima dopo la partita con la Fiorentina, ma per impegni miei e del Presidente non se n’è fatto più nulla, perciò è stata rimandata a ieri sera. Fa parte di una normale programmazione, vedo spesso il Presidente Agnelli e andiamo spesso a cena, in più non mi parla mai di una singolarità, ma analizza sempre la totalità.

Ombre sul futuro e pressioni esterne

Se avessi voluto fare un lavoro senza pressioni, avrei fatto domanda alle poste. Sono alla Juventus, è normale avere pressioni, ma al momento mi sembra rientri tutto nella normalità, anche il fatto che siano uscite queste pressioni dopo un risultato negativo. Inoltre, siamo arrivati a febbraio in corsa su tutti i fronti, dunque stiamo rispettando gli obiettivi iniziali. Venendo da una brutta partita le ripercussioni sono più dall’esterno che all’interno della società.

Gli allenamenti e il riscontro in partita

Tutti i giocatori mi sostengono anche quelli più importanti. In allenamento lavorano tutti bene, quindi di fronte alle prestazioni in campo rimango sorpreso. Dobbiamo migliorare con la testa principalmente, un aspetto che ci porterà a gestire meglio le situazioni di vantaggio che al momento non riusciamo a mantenere per molto tempo. La sconfitta in Supercoppa influisce? No, non credo. Era una partita che poteva toglierci sicurezze ma ciò non è avvenuto perché abbiamo fatto un grande mese di gennaio.

Le condizioni dei singoli

Abbiamo una rosa ampia fortunatamente, perciò anche con l’infortunio di Douglas Costa possiamo ricorrere ad altre soluzioni come il trequartista; abbiamo anche ben ovviato all’infortunio di Chiellini, che ha fatto 50 minuti con le giovanili ieri e sta bene, sulla via del recupero. Pjanic? Secondo me lui da il meglio nella posizione attuale, ha qualità per fare anche il trequartista, ma non le accelerazioni per essere una mezz’ala. Sta avendo il classico momento di calo che capita a tutti durante la stagione, dategli 15 giorni e tornerà ad essere determinante come ad inizio stagione. Ramsey? Viene dal campionato inglese, che è completamente diverso dal nostro, oltre che da un grave infortunio; sta crescendo di condizione e convinzione, non è da sottovalutare. Bentancur? Si tratta di un errore che ci è costato caro purtroppo, ma deve rimanere circoscritto lì, ne abbiamo già parlato con lui e ha capito di aver sbagliato a tentare quella giocata in quella zona del campo, mentre era tutto sotto controllo. Ronaldo riposerà? Ho parlato giusto ieri con lui a quattrocchi e mi ha confermato di sentirsi bene, appena ha sensazioni di stanchezza mi ha assicurato che me lo dirà. Valuteremo con Cristiano, quindi, partita dopo partita anche in vista del Lione.

Sulla partita di domani

Il Milan viene da un derby perso in modo strano, nel senso che per larghi tratti ha giocato bene, come aveva fatto vedere nelle precedenti partite nelle quali ha fatto anche ottimi risultati. Penso siano migliorati molto e giocheranno contro la Juventus, una semifinale di Coppa Italia in uno stadio pieno, saranno molto stimolati e per noi non sarà facile.

Post recenti

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Chiudi il menu