Average Juventino Guy

Sarri:“Il Sassuolo sta bene, ma noi siamo determinati. La vittoria dello scudetto non è ancora scontata.”

Maurizio Sarri ha parlato in conferenza stampa alla vigilia del match contro il Sassuolo. Ecco le sue parole.

L’entusiasmo del Sassuolo

Il Sassuolo è una di quelle squadre che ha preso la strada dell’Atalanta. Ha dato continuità a un progetto, sta bene, la incontri in un periodo pericoloso perché ha un carico offensivo importante. L’entusiasmo c’è anche da parte nostra, così come la determinazione.

Difficoltà della gara

Ha una propensione al palleggio fuori dal normale e riesce a prendere in mano le partite, verrà fuori sicuramente anche domani perché non si fanno remore anche quando giocano contro le grandi squadre. Andiamo incontro a una partita in cui a tratti andremo a soffrire, dovremo farci trovare pronti.

Parere su De Zerbi

Ognuno fa il calcio che deve fare, che può fare in base alle caratteristiche dei giocatori. Altrimenti diventi l’allenatore di te stesso e non della squadra. Lui dà un’impronta alle sue squadre, ha idee e cerca di applicarle. Mi sembra il più interessante tra i giovani. Se mi assomiglia? Non lo so. Perché poi gli allenatori sono il frutto delle proprie esperienze. Avrà preso qualcosa, ma il 99% che fa l’ha tirato fuori da testa ed esperienza.

La vittoria dello scudetto

Lo scudetto non è scontato, è da soffrire e combattere. Siamo in mano nostra, abbiamo undici punti da fare, non è scontato il risultato ma siamo anche abbastanza maturi per comprenderlo. Mi estraneo da tutto, non so la critica e non frequento i social, la gente per strada mi pare ci dia appoggio e affetto.

Demiral

Sta bene, non l’ho visto in grandissima difficoltà. Diamogli un po’ di giorni per allenarsi e tornare un minimo in condizione, la sensazione è che sia guarito, ma c’è da renderlo efficiente dal punto di vista della prestazione.

Gol a centrocampo

La squadra mi sembra abbia fatto 17 gol in 6 partite, il problema realizzativo non lo vedo come qualcosa che ci appartiene. Vediamo. Sappiamo che il giocatore che ha più gol nei piedi è Ramsey, ma per caratteristiche individuali. Poi abbiamo una serie di giocatori in crescita, che in futuro ci possono dare più gol. Mi riferisco a Bentancur e Rabiot.

La condizione fisica di Pjanic e Bonucci

Quella di Pjanic è stata un’esclusione precauzionale, aveva solo affaticamento all’adduttore che poteva diventare un problema. Il giorno dopo ha subito fatto allenamento, e normalmente. Bonucci ha questo problema a un piede, vediamo se è migliorato. Se è il caso di farlo giocare o se tenerlo a riposo.

Gol subiti

La stagione è questa per tutti. Storicamente non si era mai segnato come in queste 4-5 partite. È difficile per tutti essere solidi. Dopo il locdown abbiamo fatto diverse partite senza subire gol. Non voglio mettere in conto i gol presi col Milan nel blackout. E con l’Atalanta devi mettere in conto di subire qualcosa. Giocando dopo uno stop così lungo vai a pagare subendo di più di quello che subisci normalmente. Dobbiamo farci i conti. Rimanere corti è una delle cose che ci può aiutare.

Chiellini

È una delle assenze che sono pesate di più durante la stagione, è stato poco evidenziato. Quando era in ripresa si è dovuto fermare per il lockdown, adesso lo vedo in crescita, non ha i novanta minuti ma sta crescendo.

Turnover

Questo è un momento in cui dobbiamo fare pochi calcoli: solo 11 punti in 6 partite. Poi ci penseremo dopo. Abbiamo avuto ragazzi a riposo per delle giornate di squalifica, domani abbiamo sicuramente Cuadrado fuori, Alex Sandro ha saltato 3-4 partite per un infortunio. Qualcosa sta iniziando a muoversi, e spero che a breve saremo in grado di fare più rotazioni.

Post recenti

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Chiudi il menu