Average Juventino Guy

Timo Werner è l’attaccante giusto?

Il nome di Timo Werner è uno di quelli meno accostati al mondo bianconero, per quanto riguarda il posto da numero 9 titolare. Eppure il tedesco è uno dei più ricercati, soprattutto dalle squadre estere, oltre che dal solito Bayern Monaco, che vorrebbe farne l’erede di Lewandowski. Alla stessa maniera, proprio la Juve avrebbe bisogno di un erede per quello che è il suo attuale centravanti, ovvero Gonzalo Higuain. La situazione del Pipita, come tutti sanno, è particolare, tra ingaggio elevato, prestazioni sottotono e quel rifiuto di rientrare dall’Argentina per la ripresa degli allenamenti. Insomma, la Juve avrebbe tutto l’interesse ad approcciarsi all’eventuale acquisto di Timo Werner, che si andrebbe ad aggiungere alla lista dei papabili nuovi attaccanti insieme ad Icardi e Gabriel Jesus.

Innanzitutto, c’è da specificare che Werner ha da poco rinnovato il contratto con il Lipsia fino al 2023, quindi chiunque vorrà acquistarlo non potrà farlo per meno 60-70 milioni di euro circa. Tuttavia, il tedesco ha appena 24 anni, quindi già questo sarebbe da considerare un punto a favore. In questa stagione, ha segnato un totale di 27 gol in 36 partite tra tutte le competizioni. Numeri assolutamente da top, che verranno sicuramente aggiornati alla ripresa ufficiale della Bundesliga e che sottolineano come non gli manchi il fiuto del gol. Un attaccante con questi numeri farebbe comodo a chiunque, anche alla Juve, che troppo spesso dipende dalle giocate del singolo o dai gol del solo Ronaldo. Proprio al fianco del fenomeno portoghese, Werner potrebbe trovarsi a meraviglia, viste le sue caratteristiche: attaccante veloce, con una buona tecnica e propensione al lavoro di squadra. In più, sarebbe letale nello sfruttare gli spazi nel cuore dell’area di rigore. Ci sarebbe da valutare la convivenza in un eventuale tridente con anche Dybala, ma è un compito che spetterà a Sarri e che forse lo stesso tecnico non disdegnerebbe.

Ovviamente, come in tutti gli affari trattati fin qui, anche l’acquisto di Werner averebbe i suoi lati negativi. Primo fra tutti, come nel caso di Gabriel Jesus, l’adattamento alla Serie A e al sistema Juve. Il giovane attaccante sarebbe alla prima esperienza lontano dalla Germania, dato che è cresciuto nello Stoccarda e poi passato al Lipsia, quindi un trasferimento in un campionato diverso come la Serie A sarebbe tutto da verificare. Inoltre, il suo rendimento migliore l’ha avuto solo nel suo attuale club, dove evidentemente il sistema di gioco lo esalta; al contrario il rendimento avuto in un contesto diverso come quello della sua Nazionale è ben al di sotto dei suoi standard (solo 11 gol in 29 presenze). A causa di ciò, qualche dubbio lo accompagnerebbe in caso di arrivo a Torino. Ovviamente, l’attenuante della giovane età non è da sottovalutare, visto che anche per questo motivo non ha avuto modo di tentare esperienze fuori dalla Germania; sulla carta inoltre, avrebbe tutte le carte in regola per migliorare e crescere sotto la guida di un tecnico che fa del gioco propositivo una delle sue maggiori peculiarità. Infine, proprio per le perplessità che si creerebbero per la convivenza con Dybala e Ronaldo, potrebbe non convenire economicamente spendere una cifra superiore ai 60 milioni per un attaccante, quando il reparto che sicuramente necessita di maggior dispendio economico è senza dubbio il centrocampo.

Post recenti

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Chiudi il menu